Alec Soth

"My name is Alec Soth. I live in Minnesota. I like to take pictures and make books. I also have a business called Little Brown Mushroom".

Alec Soth è al momento considerato come il migliore fotografo vivente di ambiente geografico e sociale degli Stati Uniti. Si inserisce nella tradizione dei grandi fotografi americani come Walker Evans, Robert Frank e Stephen Shore, fotografando gli outsiders, la gente che vive ai margini. Soth riesce a mantenere un equilibrio perfetto tra la fotografia documentaria e la fotografia “fine-art”. Si potrebbe definire come uno storyteller camuffato da fotografo documentario.

Inkster-Alec Soth- Magazine di fotografia

Inkster-Alec Soth- Magazine di fotografia

Alec Soth non si esprime con un linguaggio simbolico, vuole piuttosto che le sue combinazioni possiedano lo stesso spessore della realtà. A volte decide di creare - senza nessuna particolare eleganza o stile personale, attraverso dei modelli - formule di realtà che il fruitore riconosce poi con imbarazzo:

“Io utilizzo il linguaggio della fotografia e di conseguenza anche la sua storia. Per questo le voci degli altri emergono in continuazione.”

Inkster-Alec Soth- Magazine di fotografia

Inkster-Alec Soth- Magazine di fotografia

Sleeping by the Mississippi del 2004, è un lavoro lungo il grande fiume americano, omaggio e prosecuzione dell’eredità di William Eggleston. Soth ci mostra luoghi e persone che vivono lungo il corso del Mississippi, in una zona quindi che per lui è familiare, essendo nato a Minneapolis in Minnesota, dove nasce questo corso d’acqua che divide in due gli Stati Uniti da Nord a Sud.

Solitamente ti riconosci nei soggetti che ritrai?

Si, decisamente. Ecco perché sento di potermi prendere gioco di questi uomini: in realtà prendo in giro me stesso. Invece di solito percepisco le donne come "estranee": qualche volta ne emerge il lato sensuale, altre quello materno, ma generalmente non mi immedesimo in loro.

Avresti mai pensato che il ritratto di Charles sarebbe diventato la fotografia più famosa dell'intera serie Sleeping By the Mississippi?

No, decisamente no. La fortuna delle singole immagine per me è ancora un mistero. Credo che il successo di una fotografia dipenda sia dalle sue qualità intrinseche, che dal modo in cui viene utilizzata. In occasione della Whitney Biennial è stato realizzato un poster con il ritratto di Charles. Col tempo, questo genere di cose assume valore. C'è stata una mostra. Io ero fuori città, ma Charles è venuto a vederla e si è messo a suonare l'armonica dentro la galleria. La mostra gli è piaciuta e ha portato con sé la sua famiglia. Era entusiasta. Qualche tempo dopo però, ho saputo che un giornalista gli ha parlato e lui ha detto di averne abbastanza. È questo l'aspetto affascinante dei ritratti: è una fotografia di Charles, eppure non è lui! Charles è una persona con una sua vita, fa molte cose diverse, ha dei sogni, delle aspirazioni e una complessità che da quest'immagine non potremo mai percepire.

Enkster-Culturafotografica-AlecSoth-Magazinedifotografia

Enkster-Culturafotografica-AlecSoth-Magazinedifotografia

Alec Soth on Photographers Books