Carlo Ferrara: "La ricerca"

Mi chiamo Carlo Ferrara, nasco a Novi Ligure nel 1975, e papà Ennio, già da quando ero un poppante, inizia a riempirmi di scatti. Crescendo capisco che la fotografia mi incuriosisce parecchio, così comincio a "rubargli” le macchine fotografiche e cerco di carpire insegnamenti da lui; ma ahimè la sua passione è andata scemando (forse anche per colpa del mio arrivo) ed io mi perdo nella “bella gioventu’” dove i sacrifici fotografici non si addicono a serate in discoteca e dormite interminabili.

Dopo 20 anni di buio fotografico, acquisto la mia prima reflex digitale.

Mi iscrivo così ad un corso di fotografia base, poi avanzato, dove conosco fotografi che mi trasmettono la tecnica e mi fanno fare il passo mentale necessario a capire la differenza tra “ricordo” e “fotografia”.

Ci metto anche del mio, consumando la D40 con 20mila scatti in un annetto e leggendo tanti libri e riviste.

Pian piano inizio a creare dei progetti.

Mi piace l'idea di legare più elementi per raccontare un'idea, uno stato d'animo, una storia, un viaggio o qualsiasi altra cosa.

La ricerca è una serie che analizza la narrativa del concetto di ricerca in corso.

Ognuno di noi insegue un sogno o semplicemente cerca qualcosa di importante e non lo trova.

Così il cappello del protagonista (io in sé) diventa una metafora delle sensazioni e degli oggetti.

Dov'è? Dove sono? Dove metto le mie cose? Dove metto le mie idee? Dove sono i miei progetti e i miei sentimenti?

Non lo so... E la ricerca continua, sempre.

Carlo Ferrara ---> La ricerca