Dormire, Forse Sognare - Ferdinando Scianna

Figure avvolte nel sonno, fotografie di donne, uomini, bambini, animali dormienti che in oltre trent’anni di lavoro e di viaggi Ferdinando Scianna ha trovato nei luoghi più diversi del mondo: campagne, metropoli, deserti, angoli di paesi, strade, treni in corsa...

“Questa mania di fotografare gente che dorme l'ho scoperta per caso una quindicina di anni fa. Voglio dire che per caso mi sono reso conto che ero, come fotografo, e senza averne coscienza, preda di questa piccola ossessione... Quella volta scoprii che tra le mie fotografie moltissime ce ne sono di gente che dorme, e che ne ho fatte sempre, fin da quando ho cominciato a fotografare, dappertutto nel mondo dove l'azzardo della vita e del mio mestiere mi ha portato. Perchè il dormire, mi hanno domandato, mi domandano? Io non penso che un fotografo debba per forza dare, ammesso che ne abbia, spiegazioni su quello che fa, benché, diciamo che, negli anni, me ne sono date su questa mia piccola ossessione: ma magari non sono quelle giuste, nè vere. Mi appassiona, come fotografo che pratica, per parafrasare Paul Valéry, una fotografia dell’istante che genera la forma e della forma che rivela l’istante, e chi sa, forse persino i suoi significati, l’affrontare in termini di istantanea questa variazione quasi immobile, ma che non è certo una interruzione, del flusso della vita. L’incrociarsi del tempo che vive il fotografo con il tempo, uguale e diverso, di chi sta dormendo. Mi interessa ritrovare nelle mie fotografie un fatto così naturale, così quotidiano, così universale e che pure è rimosso, al quale ci si abbandona quasi di nascosto, di solito in luoghi protetti, perchè sappiamo che ci consegna inermi all’arbitrio altrui”. -Ferdinando Scianna

 

TO SLEEP, PERHANCE TO DREAM on Photographers Books