Questa casa non è in vendita: Michaël Zumstein

L'economia nigeriana cresce a ritmi vertiginosi, ma gran parte della popolazione vive in condizioni di estrema povertà. Lagos per l'appunto, capitale economica e commerciale del Paese, è una delle sette città con il tasso di crescita più veloce al mondo. L’economia del petrolio ha fatto letteralmente esplodere il tasso di crescita della popolazione urbana, in aumento di circa 4,3 milioni di persone l’anno.

Una crescita spropositata che porta con se una miriade di problemi, primo tra questi l'esagerato afflusso di persone, costrette a condizioni di vita squallide e alla vita nelle baraccopoli.

Prendi Festac Town, simbolo di modernità negli anni '70, oggi distretto privo di elettricità e acqua corrente per i propri residenti. Così come Festac Town molti altri quartieri della città, dove si riscontrano strade, nella maggior parte dei casi, allagate a causa della quasi inesistente gestione delle risorse idriche.

Solo pochi eletti sono in grado di vivere nei quartieri ricchi della città. Alcune di queste aree, come Nicon Town, sono state costruite direttamente sul terreno delle baraccopoli sfrattate e sono circondate da alte recinzioni e muri per proteggere i residenti (o isolati) dai loro immediati dintorni.

Gli abitanti di queste baraccopoli sono il bersaglio perfetto per gli agenti impegnati a conquistare qualsiasi pezzo di terra. Ma la lotta non è uniforme: le persone del posto non hanno idea dei loro diritti.

E anche se cercano di resistere alle molestie degli agenti immobiliari scrivendo sui muri delle loro case "Questa casa non è in vendita", rimangono facili bersagli per lo sfratto.

Casa per casa, isolato per isolato, la città di Lagos "si sviluppa" come un cancro, senza prestare attenzione alle condizioni di vita dei suoi 16 milioni di abitanti.

 

This House Is Not for Sale: Lagos’ Uncontrolled Development ---> Michaël Zumstein