Infra: Richard Mosse

mosse_1.jpg

Per decenni la guerra moderna si è servita dell’obiettivo dei fotografi.

Siamo stati portati a credere che un fotografo possa catturare l’autentica verità di un momento storico senza manipolarlo.

«La forza che contraddistingue l’arte risiede nella sua capacità di rendere visibili e formulabili cose che si negano alle possibilità del linguaggio».

Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaContro ogni regola e pregiudizio, la Repubblica Democratica del Congo si è tinta di rosa nel surreale reportage di Richard Mosse, realizzato con la pellicola infrarossi Kodak Aerochrome.

Il fotografo irlandese Mosse ha ripreso gli orrori della guerra civile in Congo, andando oltre il puro reportage documentaristico. È noto infatti per aver utilizzato una pellicola particolare, sensibile agli infrarossi che tinge di rosa ogni sfumatura di verde, utilizzata dagli americani nella seconda guerra mondiale per scopi di sorveglianza.

L'effetto contrastante tra il colore pink e la violenza dei fatti è disorientate e induce lo spettatore a pensare.

"Non ho nemmeno utilizzato la bellezza ma semplicemente un colore, il rosa. La gente è così offesa dal colore rosa... è solo un colore. Onestamente quanto è più costruita una fotografia rosa rispetto ad una fotografia in bianco e nero? Robert Capa usava il bianco e nero, ma noi non vediamo in bianco e nero. Eppure ci sembra più vicino alla verità. In sostanza, si tratta di utilizzare veramente le potenzialità dell'arte contemporanea, la capacità di rendere visibile ciò che è oltre il limite del linguaggio e di portarlo al limite etico e del documentario."

Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica

Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica

Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica

Richard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotograficaRichard Mosse - Guerra surreale - foto in rosa - enkster -cultura fotografica